Logo San Marino RTV

Torneo Balestrieri il collare d'oro torna a San Marino

Roberto Ridolfi vince davanti a Mirco Battazza e Marco Del Pellegrino. A Massa Marittima la prova a squadre.

di Riccardo Marchetti
7 lug 2019
Torneo Balestrieri il collare d'oro torna a San Marino
Torneo Balestrieri il collare d'oro torna a San Marino

Dopo tre anni il Torneo Nazionale della Balestra torna sul Titano e lo stesso vale per il collare d'oro di Re della Balestra. L'edizione n°53 del campionato italiano se l'aggiudica Roberto Ridolfi, che ha la meglio su Mirco Battazza – pure lui biancazzurro – e su Marco Del Pellegrino, di Lucca. Fuori dal podio individuale Massa Marittima, che però si consola col quarto successo consecutivo nel campionato a squadre. Esattamente come l'anno scorso con un solo punto di vantaggio su San Marino: 291 a 290, segue Lucca a quota 283.

A dare il via al tutto è lo scambio di doni tra le tre città, dopodiché la Federazione Balestrieri Sammarinesi ha omaggiato con una pergamena il direttore generale di San Marino RTV Carlo Romeo. “Per l'alto contributo offerto nel sostenere, promuovere e divulgare le iniziative della Federazione, recita la pergamena. Stesso omaggio anche per il sammarinese Marino Rossi, appena eletto come primo presidente della storia della Federazione Italiana Balestrieri.

Poi le gare, a cominciare da quella a squadre: ai bersagli si presentano 15 tiratori per ogni città, con la somma dei 10 migliori tiri che va a determinare il vincitore del titolo. Una sfida che è anche scrematura per il torneo individuale, nel quale i tre migliori balestrieri di ogni squadra si affrontano per il collare d'oro di Re della Balestra. Ridolfi è il secondo assoluto a presentarsi sul cavalletto e il suo tiro appare subito un mezzo pass-vittoria. Viceversa i suoi avversari più pericolosi sono gli ultimi due: nonostante un corniolo già colmo di frecce, Battazza e Del Pellegrino scoccano due tiri da podio, ma non da collare d'oro. Quello per un anno sarà proprietà di Ridolfi che succede al massetano Luciano Donati come Re della Balestra: un sammarinese incoronato non si vedeva dal 2016 e dal trionfo di Luciano Francioni. E nelle varie pause c'è spazio per le esibizioni di musici e sbandieratori, l'altra faccia di un appuntamento che non è solo sport e competizione, ma anche rievocazione di una tradizione che San Marino ha sempre orgogliosamente utilizzato come biglietto da visita per tutto il mondo.